Le persone che hanno partecipato

Mauro Minenna

Mauro Minenna

Mauro Minenna, nato a Bari nel 1969.

Laureato con lode in ingegneria elettronica (indirizzo calcolatori elettronici), dottore di ricerca in ingegneria elettrotecnica. Dopo aver fatto esperienze come project manager nei sistemi informativi di Enel e Rai, è stato responsabile dei sistemi e della logistica di Eboost, startup del Gruppo Poste Italiane per la logistica dell’e-commerce. Dal 2002 al 2007 ha lavorato direttamente per Poste Italiane, prima come assistente del CIO, poi come responsabile delle Architetture Applicative e dell'Information Management gestendo l'avvio di due progetti strategici: il ridisegno dell'architettura dei sistemi informativi degli Sportelli e il datawarehouse aziendale. Dal 2008 al 2012 è stato Direttore dei Sistemi Informativi del Gruppo API. In "api" ha avuto responsabilità completa su tutti i sistemi del gruppo (distribuzione prodotti petroliferi a marchio "IP", raffineria di Falconara, energie rinnovabili). Dal 2013 è Direttore Generale di Aci Informatica, società “in house” di Aci. Per l’Ente, Aci Informatica gestisce, tra l’altro, i sistemi informativi del pubblico registro automobilistico e i servizi informatici necessari alle convenzioni stipulate da Aci con altre Pubbliche Amministrazioni (in particolare MIBACT, MAE, Regioni). E' stato, dal 2004 al 2011, professore incaricato di “Basi di Dati” presso la facoltà di ingegneria dell'università di Roma - Tor Vergata.

 

Torna all'elenco completo

Ha partecipato a:

Infrastruttura e servizi: i nuovi modelli di interazione tra PA e Cittadini

Eventi sul territorio, 1 dicembre, 2016 | 10:00

Giovedì 1 Dicembre 2016, ore 10.00-13.00
Centro Congressi Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio, 43 - Roma

 

Servizi veloci e vicini, fruibili dovunque e quando si vuole; informazioni tempestive e corrette tanto da permettere scelte e partecipazione; sicurezza assoluta della protezione dei propri dati; user experience fluida e amichevole, del tutto simile a quella dei portali privati. Questo chiedono i cittadini e le imprese alle amministrazioni pubbliche. Per questo ambizioso obiettivo servono:

  • una rete intelligente, di alta qualità, sicura e veloce;
  • un delivery dei servizi e delle informazioni che colga appieno le opportunità della convergenza dei device e le grandi opportunità della mobilità, anche alla luce della grande diffusione che i device mobili hanno i Italia;
  • un uso intelligente dell’enorme quantità di dati che sono prodotti dalle istituzioni, dalle imprese, dai cittadini, dagli oggetti che, con una crescita esponenziale, sono collegati in Internet.

 

Rete e infrastruttura tecnologica, convergenza degli strumenti intorno all’empowerment del cittadino, patrimonio costituito dai dati e “Internet of things” sono i tre punti chiave di questo appuntamento che non è un convegno tradizionale, ma un incalzare di domande e di risposte da parte di un eccezionale panel di esperti e addetti ai lavori che interagiscono tra loro e con il pubblico.

 

La razionalizzazione dei datacenter per l'efficienza e la sostenibilità dell'infrastruttura tecnologica pubblica

Roma, 25 maggio, 2017 | 15:00

Un piano di razionalizzazione delle infrastrutture IT della Pubblica Amministrazione implica una visione di lungo periodo, importanti investimenti e un coordinamento che tenga conto delle varie realtà presenti sul territorio.

Come già annunciato dalla stessa AgID, il processo di razionalizzazione passa dalla riduzione significativa delle infrastrutture materiali e immateriali, che spinge a ragionare  in termini di Poli Nazionali. Dunque una semplificazione fisica e logica, che prevede l’individuazione di pochi centri (pubblici o privati), suddivisi su base territoriale, o su base “tipologia di Amministrazione”. Lo scopo è quello di accentrare i sistemi, garantendo gli stessi servizi a tutte le Amministrazioni e tutti i cittadini presenti sul territorio.

Tale processo permetterà tra l’altro una gestione più efficiente dei centri, una loro maggiore sostenibilità anche in termini di consumi energetici, una maggiore sicurezza, riducendo drasticamente la superficie d’attacco.

Tra i 17 Sustainable Development Goals - strettamente correlati l'uno con l'altro - il focus, in questo evento, sarà sull'obiettivo 9 "Innovazione e infrastrutture".

La strategia di gestione del rapporto con l'Automobilsta in ACI: un approccio omni-canale

Roma, 25 maggio, 2017 | 10:30

La mission di Aci, Automobile Club d’Italia, da oltre 110 anni è quella di presidiare i molteplici versanti della mobilità e di diffondere una nuova cultura dell’automobile,di rappresentare e tutelare gli interessi generali dell’automobilismo italiano, del quale promuove e favorisce lo sviluppo.

ACI ha affidato ad ACI informatica un ambizioso progetto di trasformazione digitale omni-canale orientato a ripensare la digital customer journey degli automoblisti italiani.

Nell'ambito del canale "fisico", che impatta direttamente sul modo in cui le 1500 agenzie sparse sul territorio nazionale si relazionano con oltre un milione di soci, Microsoft Dynamics 365 è stata la soluzione identificata per far fronte all’esigenza di armonizzare grandi quantità di informazioni provenienti da diversi canali e diverse banche dati ottimizzandone l’accesso da parte delle delegazioni al fine di avere una visione completa del socio, della sua storia, delle sue esigenze con un occhio attento ai temi della privacy.

In termini operativi, la piattaforma di CRM consente di acquisire, tracciare e gestire tutti i contatti che i soci hanno con l’ACI, la Federazione e le Società collegate e, in prospettiva, con i partner progressivamente acquisiti.

Grazie all’implementazione di questa soluzione, ogni socio ACI sarà raggiunto da informazioni rilevanti e in prospettiva avrà accesso ad una piattaforma di servizi, digitali e non, tramite un’App interattiva.

L’adozione di questa trasformazione richiede un cambiamento culturale nelle organizzazioni e una diversa modalità relazionale verso la clientela, sfida che ACI ha deciso di accettare definendo un percorso di formazione interna e momenti di assistenza e supporto.