Le persone che hanno partecipato

Annalisa Abis

Annalisa Abis

Funzionario della Regione Sardegna, è responsabile del Settore Coordinamento Regionale SUAP e Affari Giuridici Amministrativi. Si occupa principalmente della riduzione e semplificazione degli oneri e  adempimenti richiesti alle imprese. Dal 2007 partecipa alla stesura di testi normativi e circolari applicative in materia di Sportello Unico per le attività produttive e semplificazione amministrativa, coordina l'attività di redazione e aggiornamento della modulistica unica regionale SUAP e di evoluzione del software gestionale della pratica, assicura i servizi di assistenza telefonica, telematica e di formazione rivolti agli enti locali, agli imprenditori e ai tecnici, cura i rapporti con gli ordini professionali e le associazioni di categoria. Si occupa inoltre della progettazione e della gestione operativa di progetti finanziati dai programmi operativi regionali.
 
A livello nazionale, partecipa ai tavoli del Coordinamento tecnico Attività Produttive della Conferenza delle Regioni e ai lavori della Agenda di Semplificazione "Azione 5 Impresa"
 
Dal 2002 al 2007 ha lavorato presso Ancitel Sardegna seguendo progetti finanziati da programmi regionali, nazionali (Avviso 1/2002 Formez, Agenda 21) e comunitari (INTERREG) a supporto degli Enti Locali.
Torna all'elenco completo

Ha partecipato a:

Dalle norme al risultato. L’Agenda per la semplificazione 2015-2017

Palazzo dei Congressi | Roma, 27 maggio, 2015 | 09:30

In passato gli interventi di semplificazione sono stati affidati soprattutto alle norme e l’attenzione alla loro concreta applicazione è stata scarsa. Il risultato è che molte delle semplificazioni annunciate sono rimaste “sulla carta”. Con l’Agenda per la semplificazione 2015-2017 è stata inaugurata una stagione nuova, che mette al centro l’attuazione e la trasparenza. Un metodo nuovo fondato: 1) sulla collaborazione tra tutti i livelli istituzionali; 2) sul controllo del rispetto delle scadenze e degli impegni assunti, i cui risultati sono resi pubblici; 3) sull’ascolto e il coinvolgimento dei cittadini e delle imprese e delle loro associazioni.

Al centro del Convegno il metodo nuovo e l’esperienza di prima attuazione dell’agenda dalla viva voce dei protagonisti: amministrazioni pubbliche statali, regionali e locali e associazioni imprenditoriali