Le persone che hanno partecipato

Stefania Allegretti

Stefania Allegretti

Esperta in age management e smart working. Responsabile dell'ufficio sviluppo organizzativo e del personale presso il Dipartimento organizzazione, personale e affari generali della Provincia autonoma di Trento (PAT); si occupa di formazione, organizzazione e progetti innovativi. Responsabile del progetto PAT4YOUNG, progetto di inserimento lavorativo di giovani funzionari under 32, di mentoring e reverse mentoring e del progetto nazionale Ve.L.A., in rappresentanza della Provincia. Il progetto Ve.L.A. (Veloce, Leggero, Agile: Smart Working per la PA)  ha avuto come obiettivo sia quello di trasferire agli Enti riusanti la buona pratica di modalità di lavoro agile TelePAT 2.0, già in uso presso la Provincia autonoma di Trento, sia quello di creare una cassetta degli attrezzi immediatamente utilizzabile da parte delle Amministrazioni Pubbliche interessate a implementare un progetto di Smart Working.

Attualmente sono nel gruppo di lavoro per la creazione di un vero e proprio “distretto Trentino intelligente” iniziando dalla promozione del lavoro agile attraverso la definizione di fattori minimi comuni che possano costituire la base di partenza per l’applicazione del lavoro agile nelle organizzazioni territoriali.

Questi standard sono individuati grazie all’apporto di specifici Tavoli di lavoro (“Personale e organizzazione”, “Trasformazione digitale” e “Logistica e spazi fisici”) che vedono coinvolti tutti gli stakeholder, mirando ad una proficua contaminazione anche tra realtà pubblica e privata.

Torna all'elenco completo

Ha partecipato a:

Sviluppo delle competenze professionali della Pa per il cambiamento organizzativo

Palazzo dei Congressi | Roma, 25 Maggio, 2016 | 11:35

Questa  sessione  è realizzata nell’ambito dell’evento “Capacity building e digitalizzazione per migliorare la pubblica amministrazione”.

Attraverso la presentazione di casi nazionali e europei  ed un confronto interattivo tra i partecipanti,  si affronta il tema dello sviluppo delle competenze come leva, nel quadro più ampio del rafforzamento della capacità amministrativa,  per il cambiamento e il miglioramento della pubblica amministrazione.  Le indicazioni conclusive e le lezioni apprese, che saranno tracciate dal moderatore al termine della sessione, verranno condivise con i partecipanti.

Per iscriversi a questa sessione è opportuno iscriversi e seguire anche la sessione plenaria  "Capacity building e digitalizzazione per migliorare la pubblica amministrazione che la precede.

Arrivano i giovani: un nuovo Big Bang per le Pubbliche Amministrazioni?

Roma, 15 Maggio, 2019 | 16:00

E se fossero le persone, invece che le leggi, le protagoniste dello Stato italiano? E se fosse l'entusiasmo delle persone a cambiare le Organizzazioni Pubbliche? Dopo anni di blocco delle assunzioni, migliaia di giovani entreranno negli Uffici Pubblici a partire dai prossimi mesi. Può essere una straordinaria occasione per ritrovare passione, entusiasmo e fiducia, per scoprire e praticare, tutti insieme, in armonia, nuovi metodi nel lavoro pubblico.

Di quali culture saranno portatori i neo assunti? Di quali aspettative? E di quali bisogni? Come li riceveremo? Con un modulo da compilare oppure con un un drink da bere tutti insieme? Come agire sul contesto organizzativo affinché le risorse che stanno per essere introdotte siano valorizzate al meglio? Quali azioni per fare in modo che l'arrivo dei giovani costituisca un'occasione per rilanciare il capitale umano dei lavoratori pubblici di lungo corso?.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze segnala un'opportunità, evidenzia una responsabilità, promuove un focus di approfondimento.

Smart Working per la PA: scopriamo il kit di riuso VeLA

On web, 25 Luglio, 2019 | 12:00

Qui il la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

Per accrescere la consapevolezza delle PA sullo Smart Working e permettere alle stesse di definire dei piani di fattibilità per l’attivazione di percorsi di lavoro “agile”, nell’ambito del progetto VeLA è stato realizzato un kit di riuso di riferimento che prevede contenuti teorici, metodologie e strumenti utili alla realizzazione delle fasi di preparazione, introduzione e monitoraggio di questa nuova modalità di organizzazione del lavoro.

Il kit di riuso di lavoro agile è una vera e propria “cassetta degli attrezzi”, concreta e facilmente attuabile, grazie a cui tutte le PA interessate saranno in grado di abilitare al proprio interno il nuovo modello di lavoro.

Il webinar ha l’obiettivo di presentare il kit di riuso per lo smart working nella PA, messo a punto dalle 9 amministrazioni partner del Progetto VeLA, le modalità per utilizzarlo e le opportunità di miglioramento e implementazione che derivano da processi di riuso in ambito di modelli organizzativi.

Il progetto VeLA – Veloce, Leggero, Agile: lo Smart Working per la PA è finanziato dal PON GOV 2014-2020 nell’ambito del primo bando di Open Community PA. 

PON Governance, una PA più digitale e vicina ai territori. Progetto VeLA: numeri, storie ed esperienze di riuso del kit per lo Smart Working

Roma, 10 Luglio, 2020 | 14:31

Il progetto VeLA, finanziato sul Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-20 si è concluso a luglio 2019, ma da allora, complici anche i difficili mesi dell’emergenza Covid, lo Smart Working è diventato più che mai attuale, mostrando il potenziale che può essere attivato grazie a questo percorso di cambiamento manageriale e del lavoro. Il progetto ha prodotto come esito un kit di riuso, una cassetta degli attrezzi contenente strumenti, metodologie e modelli per l’avvio di progetti di Smart Working a disposizione di tutte le Pubbliche Amministrazioni interessate. Con l’aiuto di alcuni dei partner di progetto verranno approfonditi i contenuti del kit ma anche condivise le esperienze di Smart Working realizzate dopo la fine del progetto e l’impatto che queste stanno generando sulle organizzazioni”

TAVOLO DI LAVORO: PA smart: attori, processi e strumenti per un lavoro pubblico realmente “agile”

Roma, 23 Giugno, 2021 | 14:00

Oltre il ritorno alla “normalità”: cosa vuol dire costruire lo Smart Working post emergenziale nel settore pubblico? Quali dimensioni organizzative è necessario indagare per rendere solido il lavoro agile? Quali soluzioni tecnologiche sono in grado di abilitarlo e sostenerlo nel tempo? 

Mentre il dibattito sulle percentuali di lavoratori in lavoro agile nel “new normal” si fa acceso, le Amministrazioni pubbliche italiane sono chiamate a non perdere di vista le lezioni apprese con l’accelerazione della remotizzazione del lavoro imposta dalla pandemia e a catalizzare sforzi, sacrifici e nuove programmazioni verso un modello di Smart Working che “faccia bene” alle organizzazioni, ai lavoratori e ai cittadini e alla collettività tutta.  

In un contesto di questo tipo, il tavolo di lavoro mira a raccogliere spunti e proposte sul tema del lavoro agile direttamente con coloro che il lavoro agile nella PA lo stanno implementando, conciliando emergenza e post emergenza, facendo sinergia tra organizzazione, persone e strumenti e rafforzando competenze e cultura manageriale. In questo la tecnologia può essere un grande alleato: per gestire al meglio il personale in un’ottica di pianificazione degli obiettivi, misurazione dei risultati e valutazione della performance, di monitoraggio del lavoro e di continous feedback tra dirigenti e collaboratori ma anche di organizzazione e gestione di team ibridi. 

 

I tavoli di FORUM PA sono incontri di lavoro collaborativo, riservati ai dirigenti delle amministrazioni pubbliche, creati in partnership con aziende private che contribuiscono al confronto portando lo stato dell’arte delle più avanzate innovazioni tecnologiche.

Per inviare una richiesta di partecipazione scrivere a eventi@forumpa.it  indicando il codice e il titolo del tavolo di lavoro, nome e cognome, funzione ed ente di appartenenza.

A seguire del tavolo, dalle 16:30 alle 18:00, si svolgerà l’evento pubblico  PA Smart: attori, processi e strumenti per un lavoro pubblico realmente "agile", durante il quale verranno condivise le “lezioni apprese e le raccomandazioni”, emerse nel tavolo di lavoro.