Le persone che hanno partecipato

Claudio Kunkar

Claudio Kunkar

Nato a Reggio Calabria il 16.05.67.Laureato con lode in Chimica Industriale nel 1991 presso l’Università degli Studi di Messina. Nell’anno 1994 Dottore di Ricerca in “Tecnologie ed Economia dei Processi e dei Prodotti per la Salvaguardia dell’Ambiente”, Università consorziate di Catania, Genova e Messina.Abilitato alla professione di chimico nell’anno 1991. Iscritto all’ordine dei chimici dal 1995.Dal 1996 al 1999 Funzionario tecnico territoriale ed ambientale presso il Settore Ecologia dell’Amministrazione provinciale di Venezia come Responsabile del Servizio Suolo e Rifiuti.Professionista chimico dell’Inail da fine 1999.All’interno dell’Inail ha maturato una pluriennale esperienza nel campo della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, occupandosi tra l’altro di campagne di monitoraggio di agenti chimici pericolosi di interesse igienistico-industriale; messa a punto di metodiche analitiche e analisi di laboratorio con tecniche GC / GCMS / HPLC / XRD / AAS / UV-VIS; mappatura dei rischi in diversi comparti produttivi.Attualmente Professionista con funzioni di Chimico presso la Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione Centrale dell’Inail ove si occupa, tra l’altro, di consulenza per l’applicazione del premio assicurativo; definizione e aggiornamento dei nomenclatori tariffari e delle relative istruzioni tecniche e modalità di applicazione; studi e ricerche su processi produttivi e innovazione tecnologica; elaborazione di indirizzi operativi.Per diversi anni componente del Working Group U530005 Suolo e rifiuti della Commissione ambiente dell’UNI.Per numerosi anni Responsabile del Servizio prevenzione e Protezione (RSPP) del complesso Inail Gradi-Ferruzzi.Co-autore delle “Linee di indirizzo SGSL-GP: sistema di gestione della salute e sicurezza dei lavoratori per le aziende del settore gomma plastica”.Formatore qualificato in materia di salute e sicurezza sul lavoro, ex decreto interministeriale06.03.13, area rischi tecnici.Docente in corsi di formazione, master e scuole di specializzazione universitarie.Autore di numerose pubblicazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro e relatore in convegni.

Torna all'elenco completo

Ha partecipato a:

Lavoro agile nella PA: l’esperienza dell’Inail

Roma, 14 Maggio, 2019 | 17:00

Il crescente sviluppo e utilizzo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione ha influito sull’evoluzione delle modalità di organizzazione del lavoro che, se da un lato consentono un migliore equilibrio tra vita privata e vita professionale, dall’altro richiedono garanzie per la salute e sicurezza del lavoratore.

La Legge 22 maggio 2017 n. 81 promuove il lavoro agile allo scopo di incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, chiamando nel contempo il datore di lavoro a garantire la salute e sicurezza dei lavoratori.

Nell’ICT-based mobile work, telelavoro mobile, i lavoratori possono svolgere il loro lavoro da qualunque posto in qualsiasi momento, grazie alle moderne tecnologie.

Questa nuova modalità di svolgimento della prestazione lavorativa è offerta anche ai dipendenti della pubblica amministrazione. A questo riguardo, l’INAIL ha avviato una sperimentazione di un anno alla quale ha aderito un cospicuo numero di dipendenti che sta svolgendo parte della propria attività lavorativa con modalità di lavoro agile.

Nel corso del workshop saranno esposte le modalità regolamentari adottate, i criteri di gestione informatica delle attività lavorative e di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori agili.

Il workshop fornirà anche l’occasione per riflettere su difficoltà, opportunità e primi risultati della sperimentazione in corso