Le persone che hanno partecipato

Laura Allegrini

Laura Allegrini

Laureata in Giurisprudenza, ora Assessore al Comune di Viterbo con delega lavori pubblici, politiche energetiche, pubblica illuminazione, centro storico, viabilità urbana e impiantistica sportiva.

Eletta Senatrice nel 2006, viene nominata successivamente membro della Commissione Giustizia, della Commissione agricoltura e della bicamerale per l’infanzia. Notevole l’impegno pe la salvaguardia e la tutela dei prodotti agricoli nazionali.

Membro dell’Assemblea OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), come componente della Commissione diritti umani, partecipando a convegni, appuntamenti e monitoraggi di elezioni parlamentari.

Come Consigliere Regionale mantiene un costante contatto con il territorio e diventa il punto di riferimento per la risoluzione di numerosi problematiche locali.

 

Torna all'elenco completo

Ha partecipato a:

"Piano Nazionale per la mobilità elettrica”: ecco i requisiti per aderire e le opportunità che si aprono per i Comuni.

On web, 16 Luglio, 2021 | 11:00

Entro il 2030 saranno 6 milioni le auto elettriche circolanti in Italia: lo prevede lo Smart Mobility Report 2020 realizzato nell’ottobre scorso dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano. Le immatricolazioni di veicoli ricaricabili (100% elettrici e ibridi plug-in) registrate in Italia tra gennaio e giugno 2021 hanno superato le 68.000 unità: una crescita di quasi il 350% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, favorito ovviamente dagli incentivi statali, ma anche dall’aumento delle infrastrutture di ricarica, che costituisce quindi un fattore fortemente abilitante. 

Proprio per incentivare la diffusione di queste infrastrutture, Enel X mette a disposizione il suo “Piano Nazionale per la mobilità elettrica” con l’obiettivo di implementare oltre 14mila punti di ricarica entro il 2021 per una copertura capillare a livello nazionale. Per aderire al protocollo di intesa i Comuni devono rispettare alcuni requisiti, costituiti da un mix di aspetti organizzativo e tecnologici. Il primo “Comune Virtuoso”, che ha rispettato tutti i requisiti e ha potuto quindi installare in tempo record i punti di ricarica ad uso pubblico previsti dal Piano elaborato con Enel X, è il Comune di Viterbo. 

In questo webinar racconteremo questa esperienza, realizzata grazie alla collaborazione tra i diversi attori del territorio: Municipio, Università, Tribunale e altri poli di interesse. Un modello che può essere importante per altre città che vogliono lavorare per il miglioramento della qualità dell’aria, ma anche per la promozione turistico/ambientale, promuovendo l’utilizzo di veicoli a zero emissioni in aree di particolare interesse naturale e paesaggistico.