Le persone che hanno partecipato

Luca Attias

Luca Attias

Luca Attias, ingegnere informatico e manager del digitale, con un master in ingegneria dell’impresa, dopo una esperienza internazionale nel settore privato, dal 1999 è in Corte dei conti, dove nel 2011 è stato nominato Dirigente generale della Direzione generale sistemi informativi automatizzati. Nel mese di ottobre 2018 ha assunto il ruolo di Commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda digitale presso la Presidenza del Consiglio di Ministri.

Da gennaio 2020 ha svolto le funzioni di Capo del Dipartimento per la trasformazione digitale della stessa PCM, quindi da aprile 2021 è tornato in Corte dei conti. Il suo impegno per l’introduzione e lo sviluppo a tutti i livelli di una diffusa “cultura della società dell'informazione” lo ha portato ad ottenere in questi anni un elevato numero di importanti riconoscimenti soprattutto per la capacità di conciliare IT e managerialità.

Le sue interviste e i suoi keynotes sulla managerialità, la meritocrazia, la gestione delle risorse umane, le competenze, la lotta alla corruzione e i rapporti di questi temi con il digitale, sono diventati una specie di “caso” sia per i contenuti altamente innovativi che per il numero di accessi e di commenti. 

Torna all'elenco completo

Ha partecipato a:

La valorizzazione delle competenze nella PA

Fiera di Roma | Roma, 16 Maggio, 2012 | 16:00

The future of government: quale amministrazione per l’Italia del 2020?

Palazzo dei Congressi EUR | Roma, 30 Maggio, 2013 | 15:00

Il convegno di chiusura di FORUM PA 2013 parte dalle parole d’ordine che saranno emerse nei tre densi giorni della manifestazione e rilancia verso un futuro di medio periodo nei cui confronti è necessario avere una visione prospettica, prima ancora di declinare riforme e di immaginare nuove norme. I tre ambiti di riflessione sono quelli dell’innovazione organizzativa, declinata dal punto di vista del management pubblico, con tutto quello che vuol dire in termini di fattori abilitanti del “fare”; dell’innovazione tecnologica per una visione della PA digitale che non sia informatizzare l’esistente, ma considerare l’ecosistema della rete e le sue potenzialità come un fattore rivoluzionario di cambiamento; dell’innovazione istituzionale, approcciando l’annoso problema del perimetro dell’azione pubblica dal lato del coinvolgimento e della responsabilità dei diversi attori, pubblici e privati, che costituiscono il tessuto e  determinano quella qualità del  capitale sociale senza cui ogni azione è vana.

Alla fine del convegno saranno premiate dieci "storie di qualità" nella PA selezionate insieme all'Associazione Italiana Cultura della Qualità -AICQ-

Quale PA per un'Italia più semplice e più giusta?

Palazzo dei Congressi | Roma, 27 Maggio, 2014 | 11:00

L’amministrazione pubblica è un bene comune del Paese ed è un fattore decisivo per lo sviluppo e per l’implementazione delle politiche, purtroppo, nonostante l’impegno della maggior parte dei suoi impiegati, appare come un gigante che un incantesimo abbia incatenato. Possiamo liberarlo agendo su due fronti: sbloccando la geografia istituzionale costruita tutta sulla sopravvivenza degli Enti e non sulle loro missioni; scongelando il pubblico impiego immobile tra fermo dei contratti, assenza di mobilità, tradimento della valutazione e blocco del turnover.

Nuovo e più agile format per il convegno che inaugura  la venticinquesima edizione di FORUM PA: Marianna Madia risponderà in diretta alle sollecitazioni portate da esponenti del mondo imprenditoriale, delle amministrazioni pubbliche, delle organizzazioni della cittadinanza organizzata e dell’innovazione sociale. Ciascun breve intervento andrà ad interpretare una parola chiave della PA che vogliamo: tutte insieme le parole comporranno un tag cloud  che ci accompagnerà nei tre giorni del FORUM PA 2014.

Il Ministro, nel rispondere, chiarirà i punti chiave della riforma annunciata lo scorso 30 aprile con una lettera ai dipendenti pubblici a firma Madia/Renzi e darà conto anche del sondaggio che, partito proprio in quella data si chiuderà immediatamente dopo la chiusura del FORUM PA, il prossimo 30 maggio.

 

Presentazione del libro "Comunicazione, poteri e cittadini. Tra propaganda e partecipazione" : una riflessione intorno al nuovo lavoro di Stefano Rolando

Palazzo dei Congressi | Roma, 28 Maggio, 2014 | 12:45

Spazio di espressione sociale, ma anche voce del potere, la comunicazione pubblica ereditata dal secolo scorso è oggi in crisi finanziaria e strategica e chiede un nuovo paradigma che immagini Stato e società in una condizione di rapporto non più verticale e «a una via», ma orizzontale e interattivo. In altri termini, il passaggio da propaganda a partecipazione. Il testo ripercorre le ragioni di questa crisi e si pone alla ricerca di una via di uscita, per l’Italia e per l’Europa, che sappia soddisfare la domanda di un sistema pubblico più relazionale e di servizio. Un percorso che deve tuttavia fare i conti con la debolezza del cambiamento oggettivo delle pubbliche amministrazioni, ancora nelle mani della cultura giuridica del controllo e poco alimentate managerialmente dalla cultura economica dello sviluppo e dalla cultura sociale della relazione. Le riflessioni svolte – in un approccio volutamente vicino alla conversazione – vanno nella prospettiva di una comunicazione pubblica che, per accompagnare i rapporti tra istituzioni e società nel campo sia della solidarietà sia della competitività, non può contare solo su norme, decreti, trovate tecnologiche, ma ha grande bisogno di una formazione diffusa e qualificata che riparta da un ripensamento strutturale del valore della democrazia.

Umanesimo manageriale

Palazzo dei Congressi | Roma, 27 Maggio, 2015 | 15:00

L’Umanesimo manageriale è un progetto pensato per il Management dell’Università degli Studi dell’Insubria (Dirigenti, Capi Servizio, Capi Ufficio, Manager didattici per la qualità – MDQ, Segretari amministrativi di Dipartimento – SAD e, in generale, per il personale con incarico specifico organizzativo).

Il progetto è estensibile ed esportabile in qualsiasi realtà organizzativa, pubblica o privata.

È stile che nasce dal recupero del profilo alto della persona e dell’importanza di un tessuto relazionale positivo tra colleghi, indipendentemente dagli incarichi e dalle gerarchie funzionali. Esso mira, in concreto, a far conoscere reciprocamente i colleghi, a partire dalle persone e non dai ruoli. Ciascuno di noi, infatti, non ha come esclusivo riferimento personalistico la vita lavorativa: coltiva interessi, vive un ambiente familiare, gode di amicizie, si rapporta con il resto del mondo al di fuori dell’ufficio. Con l’Umanesimo manageriale si realizza il pensiero laterale, la consapevolezza della diversità di interessi, conoscenze, logiche di azioni; in una parola, si creano le possibilità di integrare e integrarsi nel lavoro attraverso le diversità dell’extra lavoro.

www.uninsubria.it/umanesimo

www.procedamus.it/progetti-gemelli/umanesimo-manageriale.html

DIGITAL divide et impera

Palazzo dei Congressi | Roma, 26 Maggio, 2016 | 13:30

Una indagine statistica realizzata* prendendo gli indicatori relativi a 150 Paesi del mondo (Desi, IDI, Corruption Index, Gini, Press Fredom..) mostra come all’aumentare dello sviluppo digitale di un Paese crescano anche gli indici di trasparenza, legalità, equità sociale, velocità della giustizia, libertà di stampa e naturalmente crescita del PIL. L’ICT è dunque il vero fattore anticorruzione? Certamente si, anche se in Italia si incontrano ancora molte resistenze.

Un massiccio utilizzo di software preventivi anticorruzione per bandi di gara, la centralizzazione delle architetture di rete, i servizi di connettività gratuita come diritto universale, le giurie tecniche on line in processi giuridici di pubblico interesse; sono solo alcune delle soluzioni che in un futuro prossimo potranno comportare il recupero di molti punti percentuale di PIL.

Sarà proprio la partecipazione attiva dei cittadini mediante l’utilizzo di strumenti digitali, anche con modelli web 2.0 di autocontrollo,  a creare le premesse per il buon governo della “Res Publica”.

 


* L’analisi è stata condotta da un team formato da Maurizio Matteo Dècina e Carlo Salatino (esperto ICT Reply) e la supervisione di Luca Attias e Francesco Vatalaro.

Verso l’Italia digitale: Luca Attias intervista Diego Piacentini

Roma, 25 Maggio, 2017 | 12:00

È disponibile la registrazione video dell'evento

Luca Attias è un personaggio peculiare all'interno della Pubblica Amministrazione italiana: CIO della Corte dei Conti, è uno dei più noti e dirompenti innovatori che lavorano nella PA italiana. Dallo scorso ottobre è stato raggiunto all'interno della Pubblica Amministrazione da un altro "alieno", Diego Piacentini, Commissario Straordinario per l'Attuazione dell'Agenda Digitale. In comune, i due, vogliono concretamente dare un contributo alla trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione. Una PA con competenze tecnologiche, che sia in grado di esportarle, che lavori in modo integrato, aperto, interoperabile, dallo Stato centrale fino al più piccolo dei comuni, riuscendo a ridurre sprechi e inefficienze. E che che  ponga il benessere del cittadino davvero al centro.

Il pensiero dei due si incardina perfettamente nella visione espressa da Diego Piacentini in occasione del 150° anniversario della Stampa:

 

Tra qualche anno immagino un Paese che ha vinto la sfida della semplificazione stato-cittadini-imprese anche grazie alla digitalizzazione.

Un Paese dove i politici che cercano di comprendere la trasformazione tecnologica, invece di temerla e combatterla, sono la regola e non l’eccezione.

Un Paese nel quale le leggi riconoscono e promuovono il diritto a innovare anziché imbrigliarlo.

Un Paese dove le forti competenze tecnologiche sono anche all’interno dello Stato e delle aziende pubbliche.

Un Paese dove ci sono più aziende (pubbliche e private) guidate da trentenni che da settantenni.

Un Paese in cui le pubbliche amministrazioni lavorano in modo integrato, aperto, interoperabile, dallo Stato centrale fino al più piccolo dei comuni; in cui i certificati sono un ricordo, sprechi e inefficienze si sono ridotti.

Un Paese in cui basta uno smartphone o una richiesta verbale a un BOT per esercitare un diritto, pagare le tasse, richiedere l'assegno di maternità, rinnovare la patente, aprire un negozio.

Un Paese in cui saranno i cittadini stessi a segnalare, in maniera semplice ed efficace, bug, errori ed inefficienze, avendo la certezza di essere ascoltati e che gli errori siano corretti istantaneamente.

Un Paese dove i Big Data non sono solo un problema di privacy e qualcosa di cui aver paura, dominio di poche aziende, ma parte di un’infrastruttura pubblica e moderna che genera benefici per i cittadini.

Immagino infine un Paese dove lavorare per la Pubblica Amministrazione sia un onore. Dove i cervelli migliori fanno a gara per lavorare nei centri di ricerca pubblica che sono veri e propri centri di eccellenza e innovazione capaci di trainare il Paese.

IT GOVERNANCE

Roma, 23 Febbraio, 2018 | 00:00

Il Cantiere IT Governance è il nuovo tavolo di lavoro promosso da FPA che si propone di disegnare i percorsi di razionalizzazione ed evoluzione organizzativa e tecnologica della PA, anche alla luce delle previsioni del Piano triennale per l’ICT.

Impatti organizzativi della Digital Transformation

Roma, 23 Maggio, 2018 | 09:30

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Una delle principali caratteristiche della digital transformation è la sua pervasività. Non esiste aspetto o attività, all’interno di qualsiasi organizzazione complessa, che non sia interessato dal cambiamento paradigmatico imposto dall’avvento delle tecnologie del digitale. Non si tratta, infatti, di un processo esclusivamente tecnologico, ma di un complesso e articolato percorso di cambiamento, in cui l’ammodernamento delle tecnologie informatiche va di pari passo con il ripensamento complessivo del proprio modello organizzativo.

Un processo che richiede quindi il coinvolgimento delle diverse funzioni dell’organizzazione, al fine di garantire lo sviluppo e la successiva implementazione di percorsi di change management coerenti e di largo respiro. Eppure, molte delle strategie di trasformazione digitale adottate dalle amministrazioni italiane rimangono ancora oggi appannaggio esclusivo della funzione IT. Il risultato è rappresentato da piani concepiti nelle segrete stanze dei tecnologi, di cui le altre funzioni rimangono meri destinatari.

Un vero processo di trasformazione digitale deve invece basarsi sull’engagement delle varie componenti dell’organizzazione e su un nuovo rapporto tra i sistemi informativi e le altre direzioni dell’ente, con i diversi responsabili di funzione chiamati a diventare i veri leader del percorso di cambiamento, mentre alla direzione IT spetterebbe il ruolo di soggetto catalizzatore della domanda di innovazione e di facilitatore del complessivo processo di trasformazione organizzativa e tecnologica.

Quale PA per quale Paese? Un' altra riforma o un cambio di paradigma?

Roma, 22 Maggio, 2018 | 09:30

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Non possiamo affrontare le sfide che abbiamo davanti con una pubblica amministrazione del passato. E' importante sostenere e favorire il passaggio da  una logica ancora prevalentemente burocratica a quella che abbiamo chiamato la PA abilitante in cui l’innovazione viene considerata funzione di un nuovo modo di intendere lo Stato. Con la PA condivisa, adottando in pieno il paradigma dell’open government, si realizza il principio costituzionale della sussidiarietà orizzontale: autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale.

Companies Talks: la storia di Google

Roma, 22 Maggio, 2018 | 18:00

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Le persone dietro l’icona, l’idea dietro il successo: Companies Talks è un progetto di storytelling nato per capire i grandi fenomeni imprenditoriali delle aziende dot-com. L'idea è quella di intrattenere lo spettatore attraverso una ricostruzione degli eventi, delle condizioni e delle scelte che hanno portato questi progetti "start-up" a diventare i player di riferimento del web.

 

Chi fattura 100 Miliardi di dollari all’anno? La risposta è su Google... ed è Google. Vi racconteremo come è nato il colosso dei motori di ricerca. Sarà un viaggio all’insegna della tecnologia e dell’organizzazione. Intuizioni geniali si alterneranno a scelte molto pratiche. Analizzeremo la vision di chi ha pensato tutto questo, svelando il segreto di un successo planetario. E capiremo perchè una semplice schermata bianca con un logo è diventata l’oracolo dei giorni nostri.

Companies Talks: la storia di Facebook

Roma, 23 Maggio, 2018 | 18:00

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Le persone dietro l’icona, l’idea dietro il successo: Companies Talks è un progetto di storytelling nato per capire i grandi fenomeni imprenditoriali delle aziende dot-com. L'idea è quella di intrattenere lo spettatore attraverso una ricostruzione degli eventi, delle condizioni e delle scelte che hanno portato questi progetti "start-up" a diventare i player di riferimento del web.

 

La bacheca, il tasto “mi piace”, le condivisioni, i tag: Facebook sembra esserci sempre stato, eppure non è così. Allora come ci siamo finiti tutti quanti? Per rispondere a questa domanda, faremo un passo indietro di anni, fino a trovarci nella stanza di uno studente di college: Mark Zuckerberg. Da lì nascera tutto, o quasi. Sarà una storia di successi e scontri personali, di momenti di gloria e di errori madornali, di sorprendente pianificazione e di assurdi colpi di fortuna. Ci passeranno davanti cifre esorbitanti, da capogiro. E noi, assieme a Mark, le rifiuteremo. Perchè quella di Facebook non sarà un’impresa, bensì una missione.

Companies Talks: la storia di Amazon

Roma, 24 Maggio, 2018 | 18:00

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Le persone dietro l’icona, l’idea dietro il successo: Companies Talks è un progetto di storytelling nato per capire i grandi fenomeni imprenditoriali delle aziende dot-com. L'idea è quella di intrattenere lo spettatore attraverso una ricostruzione degli eventi, delle condizioni e delle scelte che hanno portato questi progetti "start-up" a diventare i player di riferimento del web.

 

Arrendersi? Mai. Jeff Bezos, il creatore di Amazon, è andato avanti facendosi largo tra critiche e difficoltà. Offrire al cliente la soluzione migliore e al miglior prezzo possibile: questa era la sua vision. Ma per arrivare al più grande negozio on-line sulla Terra, dovremo ripercorrere a ritroso una strada davvero tortuosa. Chilometri di scotch, porte usate come scrivanie, montagne di dollari in fumo... Amazon ha dovuto combattere con i denti prima di trionfare. Guidati dalla volontà incrollabile di Bezos, capiremo come Amazon può portarti a casa tua ciò che desideri. E lo può fare oggi.

Processo al digitale: quanto incide il ritardo digitale della PA sul PIL?

Roma, 24 Maggio, 2018 | 14:00

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

 

Dopo lunghe e minuziose indagini condotte nei meandri dell’amministrazione pubblica un coraggioso Pubblico Ministero ha fatto emergere una intricata rete di interessi che ha frenato la modernizzazione della PA italiana. Il PM ha convinto importanti testimoni a raccontare tutto quello che sanno.

L’accusa è grave! Secondo quanto emerso dall’istruttoria, interi punti di PIL sarebbero stati sottratti colpendo in modo determinante una già molto debole ripresa economica. Una rete contro la rete! Una rete che rischia di coinvolgere tutti, in una rete di connivenze interne ed esterne alla PA. La PA imputata si trova disarmata, nessun avvocato ha voluto assumere il ruolo della difesa e il tribunale dei diritti digitali è stato costretto ad assegnare a un giovane e inesperto avvocato di parte l’insostenibile compito della difesa d’ufficio. Il processo si terrà in un luogo emblematico!

Chi ha colpito il cloud dovrà rispondere e sarà giudicato sotto la Nuvola. Sotto la nuvola dopo aver ascoltato decine di testimoni, forse anche undici, la giuria popolare, costituita da tutti i cittadini che da anni chiedono un intervento deciso, emetterà un verdetto. Un saggio giudice dovrà decidere le pene da applicare.

Per ascoltare la registrazione integrale dell'evento cliccare QUI

La digital transformation della PA raccontata dai suoi protagonisti

Roma, 15 Maggio, 2019 | 15:00

Il Piano triennale dell’informatica ha posto NoiPA tra le piattaforme nazionali con un obiettivo ambizioso: diventare il sistema di gestione delle risorse umane di tutta la Pubblica Amministrazione.

Per affrontare questa sfida, il Dipartimento dell’Amministrazione generale del MEF e la Sogei collaborano nel progetto Cloudify NoiPA, un vero progetto di “digital transformation” nel quale si combinano elementi organizzativi e tecnologici (agile, cloud, data lake, blockchain, ecc.), in grado di garantire velocità di esecuzione, flessibilità, scalabilità e sicurezza.

Una troupe è entrata per tre mesi negli uffici della Direzione dei sistemi informativi per realizzare una docu-serie su persone che con fatica, impegno e passione portano avanti il progetto dovendo comunque garantire il pagamento di oltre due milioni di stipendi “Ogni Santo 23”. Uno spaccato su un mondo, quello pubblico, forse per qualcuno sorprendente, che siamo in grado di raccontare oggi che i primi risultati del progetto vedono la luce.

La Storia di Kickstarter

Roma, 14 Maggio, 2019 | 18:15

Dai tavoli del Diner di Brooklyn fino alla raccolta di 4 miliardi di dollari di fondi. La storia dei 3 ragazzi che, sviluppando un’idea di crowdfunding, hanno inventato un nuovo modello di fare impresa.

La Storia di Airbnb

Roma, 15 Maggio, 2019 | 18:15

La loro idea non si fonda su un’invenzione rivoluzionaria. I bed&breakfast esistevano già. Gli affittacamere anche. Loro non sono stati i primi. Hanno sconfitto la paura dello straniero in casa (stranger is danger) per diventare, semplicemente, i migliori.

Le competenze manageriali per la trasformazione digitale

Roma, 15 Maggio, 2019 | 09:30

Una grande attenzione è oggi dedicata alla trasformazione digitale. Tecnologie “disruptive” quali intelligenza artificiale, big data e data analytics, blockchain, cloud computing e internet delle cose stanno radicalmente modificando il modo di agire di organizzazioni e persone, aprendo scenari inesplorati per la pubblica amministrazione del futuro.

Ogni organizzazione è un sistema complesso, con molti elementi attivi e interagenti (modelli organizzativi, persone e ruoli, componenti tecnologiche) e alla variazione di uno di questi corrisponde un adattamento di tutto il sistema. Gli aspetti tecnologici sono determinanti, ma rappresentano solo un anello di un processo che trova il suo inizio nel fattore umano.

Partendo dall’analisi dell’offerta formativa della SNA, l’incontro cercherà di evidenziare quali conoscenze e competenze manageriali possono considerarsi necessarie per cogliere le opportunità offerte dalla trasformazione digitale.

Per ascoltare l'audio integrale cliccare QUI

La trasformazione digitale del PAese. Come creare valore attraverso una nuova e fattiva partnership pubblico-privato

Roma, 16 Maggio, 2019 | 09:30

La digitalizzazione della PA costituisce un fattore abilitante per il miglioramento della trasparenza e della qualità dei servizi erogati al cittadino, ma rappresenta anche un driver di sviluppo e di rafforzamento della capacità innovativa dell’intero Paese, e quindi, di creazione di valore. Negli ultimi mesi sono stati fatti molti passi avanti nell'implementazione di molti progetti strategici previsti dal Piano triennale per l'informatica pubblica, che consentiranno alle PA di ogni livello di erogare servizi pubblici di qualità, prendere decisioni migliori basate sui dati, orientare la trasformazione dei propri processi interni e dei modelli organizzativi.

Tuttavia, la piena ed effettiva attuazione del processo di digitalizzazione della macchina pubblica non può che derivare da un’azione congiunta di tutte le componenti coinvolte: government, imprese, università e ricerca, cittadinanza organizzata. In particolare, il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi previsti dall'Agenda Digitale italiana non può prescindere da una continua e fattiva partnership tra mondo pubblico e mondo privato. Una nuova alleanza che, partendo dalla necessaria rivisitazione delle modalità di procurement pubblico, sia in grado di garantire la condivisione strategica degli obiettivi e orientare un utilizzo più sapiente e mirato delle risorse finanziarie destinate all'innovazione. 

Attraverso il confronto con i principali protagonisti della governance dell'innovazione trasformazione digitale del Paese e delle grandi aziende strategiche dell'information technology, l'evento mira ad approfondire le possibili leve su cui agire per abilitare un nuovo rapporto tra un rapporto tra committenza pubblica e vendor tecnologici.

Un caffè con...

Roma, 16 Maggio, 2019 | 09:00

Nello spazio degli Studios FPA torna anche quest'anno Un Caffè con…, la rubrica mattutina che introdurrà i temi di giornata della manifestazione. 

Annalisa Gramigna e Michele Melchionda, davanti a un buon caffè, daranno vita a momenti informali con i vari ospiti che si alterneranno nei tre giorni.

Le interviste, oltre che fruibili dal vivo in manifestazione, saranno trasmesse in diretta streaming.

Non è necessario iscriversi a questo appuntamento.

La Repubblica digitale

Roma, 16 Maggio, 2019 | 16:00

La tecnologia digitale, che ha dato una forte accelerazione al processo di trasformazione del mondo generando opportunità straordinarie e rischi incalcolabili per la cittadinanza, può rappresentare una grande occasione per “rilanciare” i principi, i diritti e i valori costituzionali che hanno fondato la nostra Repubblica. Condizione necessaria – ancorché non sufficiente – perché questo sogno diventi realtà è che Governi, Aziende e Cittadini collaborino insieme per superare ogni forma di analfabetismo digitale per le stesse ragioni e con la stessa determinazione con la quale, nel secondo dopoguerra, si superò l’analfabetismo linguistico. Decisori pubblici, esponenti della società civile e aziende ne discutono assieme raccontandosi e raccontando in maniera aperta, leggera, innovativa cosa ciascuno di noi può fare per contribuire a dar forma a una cittadinanza digitale, vera, autentica e effettiva.

Una festa della Repubblica digitale più che un convegno convenzionale. E prima che cali il sipario sulla trentesima edizione di Forum PA e ci si dia appuntamento al prossimo anno il Commissario Straordinario per l'attuazione dell'Agenda Digitale lancerà la sua sfida a ogni forma di digital divide culturale aprendo alle firme un Manifesto per una Repubblica digitale aperta, partecipata e inclusiva.

I territori protagonisti di un nuovo sviluppo del Paese

Roma, 27 Novembre, 2019 | 12:30

Lo sviluppo sostenibile del Paese richiede un nuovo protagonismo di città e territori. Le comunità locali giocano infatti un ruolo cruciale nell’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, entrati con rinnovato vigore nelle agende politiche nazionali.

Come coniugare innovazione urbana e sviluppo sostenibile? Come utilizzare al meglio le nuove tecnologie per far fronte alla complessità della governance dei territori? Come orientare i processi di trasformazione istituzionale e organizzativa in atto negli enti locali al miglioramento della qualità della vita e alla creazione di valore pubblico?

Sono alcune delle domande a cui proveremo a dare risposta nell’evento conclusivo di FORUM PA Città, alla presenza del Ministro per l’innovazione e le tecnologie. Un momento di analisi e confronto sui risultati della due giorni di lavoro.

Per iscriversi all'evento compilare il form cliccando QUI

Servizi pubblici digitali per tutti. Disposizioni del Piano triennale, posizione del Comune di Palermo e opportunità concrete

Eventi sul territorio, 30 Ottobre, 2019 | 10:00

Mercoledì 30 ottobre ore 10.00 - 16.00
Cantieri Culturali alla Zisa, Palermo

 

Il Comune di Palermo, in collaborazione con il Team per la Trasformazione Digitale e FPA – Forum PA, organizza una giornata a scopo informativo-formativo sui servizi pubblici digitali. Un evento fisico a Palermo per comunicare in maniera semplice ai cittadini e a tutti i portatori di interesse, i servizi pubblici digitali del Comune di Palermo attivati e di prossima attivazione. Le città sono i principali luoghi di creazione della ricchezza, della concentrazione del lavoro, di attrazione, formazione del capitale umano, ma anche di potenziale accentuazione delle disuguaglianze e dei conflitti. Per natura e funzioni sono inoltre tra gli enti maggiormente ingaggiati nell’erogazione di servizi pubblici al cittadino. Per tutti questi motivi, i Comuni agiscono spesso come veri e propri motori della creazione di innovazione.

La giornata sarà costituita da un primo momento istituzionale, moderato e facilitato dalle cariche più alte sul tema; a seguire, il pomeriggio sarà organizzato in tavoli di lavori tematici verticali sui servizi pubblici digitali prioritari per il Comune.

L’evento è aperto a tutti i portatori di interesse, ai cittadini, ai rappresentanti mediatici, con preghiera di massima diffusione.

È possibile iscriversi compilando il form:  bit.ly/partecipazione30ottobre2019

L’iscrizione è gratuita

 

Ripartire dalle persone: istruzione, ricerca, competenze per il lavoro e la competitività

Roma, 24 Giugno, 2021 | 14:00

La registrazione video dell'evento è disponibile cliccando QUI

Il rilancio della crescita economica, l’aumento della produttività e lo sviluppo di capacità di adattamento alle sfide tecnologiche e ambientali rappresentano obiettivi strategici che non possono prescindere dalla centralità del fattore umano. In questo scenario approfondiremo le azioni necessarie a garantire la crescita del capitale umano, delle competenze delle persone, e quindi delle loro capabilities, nonché della capacità delle imprese di mettere a frutto l’innovazione tramite solidi rapporti con le Università e i centri di ricerca, ma anche valorizzando le startup attraverso un’open innovation coerente e coraggiosa.

Progetti e persone per far ripartire il Paese: i vincitori dei Premi di FORUM PA 2021

Roma, 25 Giugno, 2021 | 16:10

Per l’edizione 2021 di FORUM PA, abbiamo proposto alla nostra community due iniziative premiali, diverse per tema e impostazione, ma entrambe finalizzate a individuare progetti ed esperienze di rinnovamento della PA e dei territori. Entrambe hanno avuto un grande successo, raccogliendo in totale oltre 200 candidature.  

Da un lato abbiamo rinnovato la preziosa collaborazione con ASviS, proponendo la quarta edizione del “Premio PA sostenibile” (che dallo scorso anno abbiamo rinominato “PA sostenibile e resiliente”), individuando quattro categorie per le soluzioni e i progetti candidati: MISURARE la sostenibilità; COMUNICARE la sostenibilità; FORMARE sui temi della sostenibilità; FARE RETE per raggiungere obiettivi di sostenibilità. 

Dall’altro abbiamo lanciato il Premio “Rompiamo gli schemi”, una nuova iniziativa nata per far emergere gli innovatori del mondo pubblico e privato: persone che, unendo competenza, idee, coraggio, spirito di iniziativa e lungimiranza, sono diventate motore di cambiamento all’interno delle organizzazioni in cui lavorano, scegliendo soluzioni fuori dagli schemi e superando la logica del “faccio così, perché si è sempre fatto così”. 

In questo appuntamento vi presenteremo le soluzioni ritenute più meritevoli, originali e innovative per entrambe le iniziative.  

Un caffè con...

Roma, 22 Giugno, 2021 | 09:00

Dagli studi di FPA torna anche quest’anno Un Caffè con…, la rubrica mattutina di apertura del palinsesto di FORUM PA.  
Annalisa Gramigna e Michele Melchionda, davanti a un buon caffè, intervistano alcuni dei protagonisti della giornata, approfondendo i temi che caratterizzeranno gli eventi in programma.