Le persone che hanno partecipato

Cristina Equizzi

Cristina Equizzi

Ha conseguito la laurea in scienze Statistiche e demografiche presso l’università degli studi di Roma ‘La Sapienza’. Già responsabile degli studi di settore nel settore manifatturiero Attualmente è il responsabile dell’Analisi e Produzione dei Fabbisogni Standard per l’Unità Controllo della spesa pubblica presso Sose – Soluzioni per il sistema economico S.p.A.

 

Torna all'elenco completo

Ha partecipato a:

Costruire efficienza: Spesa storica e fabbisogni standard, metodologia ed applicazione #OpendataLab

Palazzo dei Congressi | Roma, 28 Maggio, 2015 | 12:30

La Legge n. 42 del 5 maggio 2009 (legge delega in materia di federalismo fiscale) e le disposizioni attuative emanate con il Decreto legislativo 26 novembre 2010 n. 216 hanno segnato l’avvio di un processo di riforma che prevede la determinazione dei fabbisogni standard per gli enti locali italiani, nella prospettiva del graduale superamento della spesa storica.
Il laboratorio ha lo scopo di spiegare cosa sono i fabbisogni standard, le variabili utilizzate per la determinazione degli stessi, l’approccio metodologico utilizzato, la natura dei dati, le prospettive e le esperienze internazionali. Nel corso del laboratorio verranno evidenziati alcuni casi di studio su specifici servizi.

Interventi a cura di SOSE

FOCUS “Istruzione pubblica”

Unioni e fusioni di comuni: rischi e opportunità per i piccoli comuni

Roma, 23 Maggio, 2017 | 11:45

In Italia la presenza di 5.700 comuni con meno di 5.000 abitanti (circa il 70% del totale) rende necessario, da tempo, un riassetto istituzionale che vada verso ipotesi di unione e di fusione in modo da contribuire significativamente a razionalizzare l’attività di questi enti e al fine di ottenere, sia il raggiungimento di maggiori economie di scala, sia l’ampliamento del ventaglio di servizi offerti. Nel corso del seminario ci si soffermerà sull’analisi delle caratteristiche principali dei processi di aggregazione che negli ultimi anni hanno interessato gli enti locali di molti Paesi. Successivamente, verrà approfondita la metodologia di stima dei risparmi potenziali derivanti dai processi di fusione e unione elaborata da SOSE utilizzando le informazioni raccolte per il calcolo dei fabbisogni standard comunali. Infine, si esamineranno i risultati ottenuti dall’analisi di possibili fusioni di alcuni comuni di tre regioni: Veneto, Emilia-Romagna e Puglia.